Scialpinismo: Foisc 2208mt

13 Gennaio 2018

Gita Scialpinistica in Val Leventina

Giornata stupenda al Foisc, polvere, salita tecnica nel bosco, discesa su polvere, poca gente, ciliegina finale una bella e sana ravanata nel bosco con fondo ghiacciato. Tutto perfetto insomma.

Fa un po’ freddino ad Airolo quando partiamo. Niente di esagerato comunque, e la giornata promette di essere limpida: lasciamo i piumini in auto.

Seguiamo una traccia che parte da un parcheggino e sale il primo pendio per poi addentrarsi nel bosco: la traccia è molto poco battuta. Il motivo lo scopriamo dopo: sale ripidissima su di un bosco ghiacciato, di pini, passando in mezzo a rami e con inversioni quasi a 180°. Il tutto è abbastanza tecnico e qualcuno di noi, in un punto, toglie gli sci.

Salendo il bosco si dirada, ed appena c’è un po’ di spazio tra gli alberi la neve ghiacciata si trasforma in polvere brinata: iniziamo a sorridere.

Paesaggio innevato durante la salita di scialpinismo alla cima Foisc sopra airolo

Le radure sono ricoperte da un manto di neve fresca: sembra di essere in Canada

Giungiamo alla schiena d’asino prima della leggera perdita di quota ed osserviamo i pendii attorno a noi: quà e là ci sono vari distacchi di valanghe a pera che mostrano il sottostante manto erboso.

Inoltre inizia a fare caldo. Raggiungiamo Pian Toi (1893mt) dove la neve quasi sommerge il cartello escursionistico e saliamo gli ultimi pendii, carichi di neve fresca.

In un attimo siamo in vetta al Foisc, in compagnia di un paio di sciatori e qualche ciaspolatore. Qualche foto ed uno spuntino e siamo pronti per scendere.

Appena lasciata la croce di vetta del Foisc, ci aspettano 300 metri di dislivello mozzafiato, su neve polverosa e vergine, che non sfonda troppo. Una vera libidine!

Dopo aver disceso i primi pendii ci buttiamo nei boschi della Valle di Bui: non sono boschi fitti e sono anche abbastanza ripidi, però la fresca ci da molta sicurezza e ci divertiamo un mondo.

Raggiunto l’alpeggio Rutan (1630mt) siamo costretti ad addentrarci nel bosco fitto. Inizialmente imbocchiamo un canale, poi incrociamo la traccia di salita e siamo costretti ad una ravanata nel bosco di pini che ci aveva fatto penare in salita.

Francesca si diverte a scendere sulla polvere durante la gita di scialpinismo al Foisc

Sciata sulla polvere al Foisc

Finalmente una bella sciata! Peccato sia finita fin troppo in fretta. Comunque siamo contenti della scelta: abbiamo trovato una cima poco frequentata. A qualche nostro amico non è andato così bene!

Galleria di Immagini:

Author: Paolo Tomasi

Ingegnere di professione, escursionista per passione. Salire in alto e fare fatica è la sua valvola di sfogo, che sia a piedi, in bici o sugli sci. Ogni giorno libero è buono per una gita in compagnia sulle alpi e per un report sul proprio blog.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This