Scialpinismo: Hohture – 2409mt

23 Dicembre 2017

Gita di scialpinismo al Sempione

Prima gita della stagione, visto le condizioni sia fisiche che meteorologiche decidiamo di puntare sulla classicissima di Rothwald.

Giornata meravigliosa: non troppo fredda e limpida. Lasciata l’auto proprio davanti alla partenza dello skilift, saliamo lungo la pista per raggiungere la piana delle baite.

Ci accorgiamo che anche gli sciatori del comprensorio sono pochissimi, e che il vento dei giorni precedenti ha riportato a valle molta neve. E’ una neve strana, molto farinosa e povera d’acqua, ma sicuramente molto bella da sciare.

Così per goderci di più la salita, decidiamo di salire lungo il bellissimo e intonso bosco, puntando in direzione della Maderhutte. Il bosco è molto silenzioso, e saliamo su neve vergine scorgendo numerose tracce di animali selvatici.

Raggiungiamo la partenza dello skilift posto più in alto mentre il sole fa capolino dalla Punta Terrarossa. Questo punto siamo costretti a tagliare diagonalmente il pendio (a quota 2200mt circa) per poterci portare sotto la vetta de l’Hoture e prendere la normale via di salita di scialpinismo.

Il sole ha iniziato a scaldare (fin troppo), ma saliamo agevolmente in vetta dove possiamo riposarci e scattare qualche foto godendoci il panorama.

Per la discesa invece scegliamo il percorso classico, cercando un po’ di ripido. La neve non è male: si tratta sempre di neve asciutta riportata dal vento. Riusciamo a pennellare le nostre curve godendoci la discesa.

Purtroppo in un attimo siamo alle piste da sci, e non ci resta che tornare alla macchina.

Galleria di Immagini:

Author: Paolo Tomasi

Ingegnere di professione, escursionista per passione. Salire in alto e fare fatica è la sua valvola di sfogo, che sia a piedi, in bici o sugli sci. Ogni giorno libero è buono per una gita in compagnia sulle alpi e per un report sul proprio blog.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This