MTB: Strada di Scuetar (Sentiero dello Scoiattolo)

28 Ottobre 2017
Escursione in MTB nel VCO

Seguendo il consiglio di alcuni amici, ed incuriositi dall’articolo sul sito “I Sentieri del Verbano Cusio Ossola”, abbiamo percorso la Strada di Squetar (o Sentiero dello Scoiattolo)

Dopo l’uscita estiva al Devero per il giro del Grande Est, torniamo nella valle di Baceno per ammirarla vestita d’autunno: le foglie sono cadute ovunque, ma noi non ci lasciamo scoraggiare e decidiamo comunque di provare questo trail.

La salita comincia da Croveo (800mt), lungo la strada che sale per Goglio. Superato un ponte in cemento che taglia il fiume Devero da destra verso sinistra, si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Esigo. Qui la strada sale molto ripida, con punte del 19%.

Cartelli per la tutela dei bambini incontrati durante l'escursione in MTB che passa da Esigo per andare alla Strada di Squetar

Uno dei due si chiama Peter

Superato il bellissimo Alpeggio e l’agriturismo Cat Fausc, saliamo per rampe di pendenze variabili fino quasi alla fine della strada asfaltata.

A quota 1350mt circa incontriamo l’evidente cartello, un po’ grezzo e artigianale, che indica l’inizio della Strada dello Scoiattolo… meraviglia delle meraviglie, sembra addirittura pulita!

Il trail è abbastanza largo, salvo qualche tratto, e si mantiene a mezza il costa in direzione sud. Attraversa bellissimi boschi di faggio e di conifere e presenza qualche passaggio tecnico caratterizzato per lo più da sassoni mantenendosi praticamente pianeggiante o con pendenze negative dell’ 3-4%.

Queste variazioni, che spezzano la regolarità della pedalata, se incontrate con pendenza positiva obbligano a scendere dalla bici, anche se solo per pochi metri. Se incontrate con pendenza negativa, invece, diventano divertenti passaggi tecnici, alcuni da affrontare con stile trialistico.

Si è costretti a spingere la MTB per un tratto un po’ più lungo solo una volta, in prossimità di quello che sembra un vecchio acquedotto.

Procediamo veloci attraversando tratti ricoperti da foglie, che non sono un gran problema visto la larghezza del trail. Le cose si complicano un pochino quando scendiamo verso Graglia: il sentiero non è più a mezza costa e scompare sotto di noi, invaso dalle foglie.

Ravanando un pochino riusciamo a ritrovare la via (passando anche sotto qualche pianta caduta). Giunti ad un Alpeggio sbagliamo quasi strada imboccando la mulattiera per Baceno. Fortunatamente ce ne accorgiamo e torniamo sui nostri passi per poi prendere l’ultimo tratto di strada sterrata fino alla macchina.

Un gran bel giro, non molto impegnativo e abbastanza breve. Bellissimi i boschi attraversati! Sarebbe bello tornare quando ci saranno meno foglie a nascondere il trail. Per la cronaca, non abbiamo visto neanche uno scoiattolo 🙂

Galleria di immagini:

Author: Paolo Tomasi

Ingegnere di professione, escursionista per passione. Salire in alto e fare fatica è la sua valvola di sfogo, che sia a piedi, in bici o sugli sci. Ogni giorno libero è buono per una gita in compagnia sulle alpi e per un report sul proprio blog.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This