Ciclismo: Ciclo Tour Dolomitico

07-12 Luglio 2017

Settimana di esplorazione dolomitica in bici da corsa

Era da un po’ di anni che volevo pedalare sulle Dolomiti, per provare il brivido di pedalare lungo quei mitici passi, teatro delle più belle pagine del ciclismo. Fortunatamente ho passato questo desiderio anche a mia moglie!

Finalmente quest’anno si è presentata l’occasione, e dopo qualche giorno di test/training passato con mia moglie a risalire tutti i versanti il Cuvignone, ci siamo sentiti all’altezza (più che altro mi sono sentito di farle intraprendere questa “avventura” senza rischiare troppo il divorzio).

Mettendo in fila 3 Smart Box, abbiamo pianificato 3 tappe: Erto, Rocca Pietore, Padola. Purtroppo le condizioni climatiche non ci hanno permesso di completare tutte le tappe che ci eravamo prefissati. Non fa niente, sarà per la prossima volta.

Per ogni tappa abbiamo letteralmente vissuto un numero sempre maggiore di passi, un numero maggiore di emozioni, un numero maggiore di spunte sul taccuino.

La tappa del Sellaronda è casualmente caduta nel giorno di chiusura al traffico del passo Sella: a parte qualche autobus ed auto autorizzata, la strada era completamente libera alla circolazione ciclistica. Abbiamo apprezzato molto questa iniziativa, che tuttavia ha sollevato la protesta da parte di alcuni esercenti, per un presunto calo di clienti durante i giorni di chiusura.

Purtroppo c’è stato un secondo elemento a fare da padrone, oltre all’essere circondati da meraviglie: la presenza dei motociclisti.

La maggior parte di essi scambia le strade dolomitiche come circuito di gara, e non esita a passarti accanto con il motore a 10.000 giri sfondandoti i timpani.

Altra cosa curiosa è il gesto del selfie al cartello del passo. A sentire i commenti dei “centauri”, arrivare al passo è per loro un vero momento di orgoglio, di conquista, si fatica… cosa deve essere per noi che siamo sempre arrivati in cima ai passi sudati, paonazzi dal caldo e dalla fatica, col fiatone e pronti ad infilarci la mantellina per scendere…

Fortunatamente, l’entusiasmo è stato sempre alle stelle, e questi eventi non ci hanno turbato più di tanto. Di sicuro torneremo per completare quello che non siamo risusciti a portare a termine!

Di seguito le tappe percorse.

Provincia di Belluno  – 7 Luglio – Passo della Cibiana

Zona Dolomiti di Zoldo – 9 Luglio – Passo Duran e Passo Staulanza

Zona Marmolada – 10 Luglio – Passo Fedaia e Passo San Pellegrino

Zona Croda da Lago – 11 Luglio- Passo Giau, Passo Falzarego e Passo Valparola

Sellaronda – 12 Luglio – Giro dei 4 Passi: Pordoi, Sella, Gardena e Campolongo

Author: Paolo Tomasi

Ingegnere di professione, escursionista per passione. Salire in alto e fare fatica è la sua valvola di sfogo, che sia a piedi, in bici o sugli sci. Ogni giorno libero è buono per una gita in compagnia sulle alpi e per un report sul proprio blog.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This